Pennette con crema di zucchine, salmone e gamberi

La pasta con crema di zucchine e pesce a me piace da impazzire. Ieri sera insieme alla crema ho aggiunto il salmone fresco e i gamberi perchè, oltre a piacermi l'abbinata di gusto, visivamente il verde e l'arancione stanno proprio bene ...e quindi cromoterapia anche nel piatto! ...il cibo ci nutre e ci cura con i suoi meravigliosi colori!

Per rendere ancora più particolare il piatto, ho utilizzato le pennette di grano saraceno e ho decorato con il sesamo nero.

Ingredienti per due persone:
- 160 g di pennette di grano saraceno
- un trancio di salmone fresco (circa 3 etti)
- 15 gamberi freschi
- un cipollotto bianco
- 2 zucchine di media dimensione
- basilico
- olio
- pepe bianco e sale nero

Per prima cosa lavate le zucchine e tagliate le estremità.
Lessatele in acqua bollente salata per circa 15 minuti.
Quando saranno morbide, scolatele (tenete l'acqua di cottura delle zucchine, la userete poi per la pasta) e passatele con un mixer per renderle cremose. Io ho aggiunto qualche fogliolina di basilico prima di ridurle in crema.

Ora passiamo al pesce. Lavate i gamberi, tagliate le teste e sgusciateli. Se riuscite togliete anche il filetto nero sul dorso.
Per quanto riguarda il trancio di salmone, togliete la pelle, se non è già spellato, e con l'aiuto di una pinza eliminate tutte le spine.

E' il momento di cuocere la pasta. Utilizzate l'acqua di cottura delle zucchine; aggiungete un po' d'acqua se non è sufficiente e portate a bollore. Immergete le pennette e cuocete. Le pennette di grano saraceno hanno cottura abbastanza veloce, 7 minuti.

Nel frattempo mettete in una padella antiaderente un filo d'olio e il cipollotto tagliato e fatelo appassire. A questo punto aggiungete il salmone tagliato a pezzetti e i gamberi. Salate e pepate (io, come ormai saprete, uso pepe bianco e sale nero sul pesce). Cuocete per 5 minuti.

Scolate la pasta.
Aggiungete il pesce alla crema di zucchine e unite a pasta.
Decorate ogni piatto con una manciata di sesamo nero.

Published by

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *